6 May 2014

I segreti del panino perfetto

Scopri le curiosità sul cibo più conosciuto al mondo e le regole per preparare velocemente un panino da chef.

Fileni
I segreti del panino perfetto

Le posso consigliare di portare con sé un sandwich, signore?” È con questa frase che, in Batman Forever, un premuroso Alfred salutava il suo capo Bruce Wayne, pronto per una nuova missione. Una citazione che svela quanto il panino sia presente nell’alimentazione di ogni persona, anche in quella dei supereroi.

Lo puoi infatti incontrare in un parco, nello zaino di un bambino, sulla tavola di una coppia tornata tardi dal lavoro e per le strade di ogni città del mondo. Ha tanti nomi e tante forme ed è una squisita e veloce preparazione amata da grandi e piccini. Ma come si prepara il panino perfetto? Scopriamolo insieme.

La storia, tra Inghilterra, Torino e Gabriele D’Annunzio. Spuntino o piatto unico. Al lavoro, in casa o, visto che è stagione, in un parco. Sotto forma di tramezzino, hamburger, hot dog o delizia imbottita di gusto.
Il panino è una delle preparazioni più gustose che il mondo conosca. Il primo a capirlo è stato il politico inglese Lord Sandwich che, nel XVIII secolo, si faceva preparare piccoli tramezzini per mangiare continuando a giocare a carte o golf. Poi sono arrivati il Caffè Mulassando di Torino e Gabriele D’Annunzio. Il primo ha proposto la versione italiana del sandwich. Il secondo ha coniato la parola “tramezzino” poiché non amava gli anglicismi.
E la storia non finisce qui: Fellini era un grande fan delle rosette con la mortadella, Totò non lo dimenticava in nessun suo film e anche Andy Wharol e Dalì ne andavano matti.

La ricetta per un panino perfetto. Se il pane e gli ingredienti da scegliere sono infiniti e per comporli devi solo seguire la tua fantasia, le regole per un risultato perfetto sono invece poche e semplici.
La formula per un panino a prova di chef, come quello con tacchino croccante e pecorino o quelli farciti con pollo, si compone di pochi ingredienti:
– uno principale: carne, pesce, salumi o formaggi;
– uno capace di donare morbidezza: una salsa o alcune fette di pomodoro;
– uno in grado di regalare freschezza: insalata, rucola, radicchio;
– qualche odore o spezia per dare sapore.
Ovviamente a nulla valgono gli sforzi se gli ingredienti non sono freschi e di stagione.
Il panino va sempre fatto al momento e consumato in giornata e, una volta preparato, va avvolto in un tovagliolo ben stretto in modo da far uscire l’aria. Ma non schiacciarlo troppo forte perché questo può far fuoriuscire i liquidi.
E se hai intenzione di portarlo via con te, spalma sulle fette di pane del burro. Essendo un ingrediente idrorepellente, ti aiuterà a non ammorbidire troppo il pane.
 

Idee per hamburger fatti in casa

Ricette, consigli e condimenti per preparare panini gustosi.

Leggi il post

Il panino è anche dietetico. Anche se hai a cuore la linea, un panino può essere la soluzione ideale per un pasto leggero e completo. Basta semplicemente seguire alcuni consigli:
1) Preferisci pagnotte ben lievitate e con poca mollica. Evita il pane arabo (che è poco lievitato e quindi meno digeribile), i panini all’olio, al latte o quelli composti (con olive o noci);
2) Scegli ingredienti magri e leggeri. Prosciutto crudo e cotto, arrosto di tacchino e bresaola sono l’ideale per la tua linea;
3) Evita prodotti sott’olio come carciofini, melanzane o funghi e salse come maionese, ketchup e senape;
4) Fai attenzione alle proporzioni. Un panino deve fornire circa 500 calorie. Per questo, se il pane fornisce in media circa 200 calorie, gli ingredienti devono essere: 50 grammi gli affettati, 30/40 i formaggi.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.