22 February 2013

Vino: i sì e i no

Viaggio alla scoperta delle virtù e dei vizi del vino.

Fileni
Vino: i sì e i no

Compagno ideale di ogni ricetta, il vino è una delle bevande alcoliche che più influenzano la nostra cultura. Un bicchiere di vino può far bene alla salute, soprattutto in inverno. Tuttavia è bene non esagerare con il suo consumo.
Tra virtù e vizi, ti accompagniamo alla scoperta della bevanda più conosciuta del mondo, dopo la Coca Cola.

Tutte le virtù di un bicchiere di vino. Nell’alimentazione funzionale, il vino rosso è un rimedio molto utile per affrontare piccoli o grandi problemi quotidiani. Per questo se ne consiglia un bicchiere al giorno durante i pasti.
Grazie ai principi che contiene, tra cui ferro, sali minerali, composti fenolici e altre sostanze con azione antiaggregante piastrinica o antiossidante, può aiutarti ad affrontare diverse patologie, tra cui malattie cardiovascolari e anemie, salvo ovviamente controindicazioni soggettive.
Il vino è una soluzione valida anche se segui una dieta. I coenzimi in esso contenuti (ferro e rame) attivano il metabolismo e hanno un’azione diuretica.
Per la sua attività estrogenica e anti osteoporotica è utilissimo anche in menopausa.

Il vino come rimedio per l’influenza. Il vin brulè, bevanda calda a base di limone, arancia, vino, cannella, zucchero e chiodi di garofano, è un fantastico rimedio contro i raffreddamenti. La cannella combatte infatti le forme influenzali, la scorza degli agrumi ha un’azione antisettica e balsamica, mentre i chiodi di garofano sono eccellenti antibatterici.
Il vin brulè è una ricetta che si cucina velocemente. Vuoi sapere come? Leggi l’articolo qui sotto.

 

Cerchi dei rimedi per combattere il freddo? La soluzione è racchiusa in una bevanda calda!

Scopri di più

Quando è meglio preferire un’altra bevanda. Il vino è sconsigliato se soffri di problemi gastrointestinali e quando esiste il rischio di dipendenza da alcool. Esagerare con il suo consumo è dannoso per pancreas, stomaco e, soprattutto, fegato (150 ml di vino impegnano il metabolismo epatico per circa 2 ore).
Allo stesso modo il vino è sconsigliato in caso di obesità, gravidanza, allattamento, durante l’infanzia e la terza età.

Consigli per bere con consapevolezza. Per evitare problemi e disturbi, bevi con moderazione e mai a digiuno. E se vuoi aiutare il tuo organismo a metabolizzare meglio l’etanolo, pasteggia con il vino solo a intervalli ben precisi.
Salute e sicurezza sono importantissime, per questo, se devi guidare, far uso di apparecchiature delicate o pericolose per te e per gli altri o se assumi farmaci, evita totalmente sia il vino sia altre bevande alcoliche.

E se vuoi saperne di più, scopri il corretto abbinamento tra cibo e vino.

Parte delle informazioni contenute nei paragrafi provengono dal sito di Sara Farnetti, nutrizionista del Policlinico Gemelli di Roma ed esperta in alimentazione funzionale.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.