fbpx
9 June 2016

Viaggio in Europa: cinque ricette di pollo da non perdere

Pollo alla paprika, piri piri o paella? Il nostro continente è un grande chicken lover. E noi ve lo dimostriamo con alcune delle migliori ricette.

Fileni
Viaggio in Europa: cinque ricette di pollo da non perdere

L’Europa unita è una grande illusione? Non certo dal punto di vista culinario. C’è un grande classico che unisce tutti i popoli del continente e che, dal Manzanarre al Reno fino ai Balcani, si può trovare su tutte le tavole: sua maestà, il pollo. Che sia farcito, marinato, al forno o condito con salse, non fa differenza: abbiamo scelto per voi cinque tra le migliori ricette che potete preparare in casa con tutta calma.

L’Ungheria, regina del pollo alla paprika

Il nostro viaggio parte da qui: siamo nel profondo est dell’Europa, in Ungheria, dove il pollo alla paprika è una grande specialità della casa. Sebbene il nome originario della ricetta sia difficilissimo da pronunciare (Csirkepaprikàs), la sua preparazione in realtà è abbastanza semplice: a far la differenza è la qualità della spezia utilizzata e la panna acida, che in Italia non è semplice trovare. È sufficiente però aggiungere dello yoghurt alla panna da cucina e il gioco è fatto.

Ingredienti per due persone: 2 cosce di pollo; 1/2 di cipolla; 1 peperone rosso, 60 gr di pancetta affumicata; 100 gr di panna acida; 2 cucchiai di paprica in polvere; q.b. di sale;    q.b. di pepe; q.b. di olio di oliva extravergine; 1/2 bicchiere di acqua.

Preparazione:

Tagliate finissimi la cipolla, la pancetta e il peperone. Fateli soffriggere nell’olio. Aggiungete la paprika e l’acqua. Unite le cosce di pollo, salare, pepate e lasciate rosolare a fuoco medio per una ventina di minuti girando ogni tanto. Trascorso questo tempo aggiungerte la panna e lasciate cuocere ancora 10-15 min.

Dal Portogallo: il pollo piri piri

Tradizione vuole che ogni commensale “strappi” la propria parte direttamente dal pollo intero: una ricetta, quindi, da gustare rigorosamente in compagnia. Ne sanno qualcosa i calciatori della nazionale portoghese, che sembrano amare particolarmente questo piatto. La vera essenza di questo piatto, però, non è portoghese: il piri piri infatti è un peperoncino di origine africana ed è stato importato in Europa dai navigatori portoghesi.

Ingredienti per quattro persone: 6 peperoncini rossi freschi; 1 spicchio d’aglio; 1 cucchiaino di fiocchi di sale; ½ cucchiaino di origano; ½ cucchiaio di paprika; 5 cucchiai di olio di oliva; 2 cucchiai di aceto di vino rosso; 1 pollo aperto e pulito.

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180° C. Sistemate i peperoncini su una teglia e arrostiteli per 10 minuti. Tritate peperoncini, aglio, sale, origano, olio d’oliva, aceto e paprica fino a ottenere una salsina, che può essere conservata fino a una settimana. Mettete il pollo in una terrina e cospargete di salsa piri-piri e marinate in frigorifero per almeno un’ora.

Infornate il pollo a 200°C in funzione grill per 10 minuti, avendo cura di girarlo su entrambi i lati. Dopo 10 minuti abbassate la temperatura a 180°C e continuate la cottura per altri 35 minuti o fino a quando il pollo è completamente cotto.  A termine cottura, cospargete la superficie del pollo con altra salsa piri-piri.

Tutti i colori (e i sapori) della Spagna nella paella

Se vi trovate in terra iberica non potete non mangiarla: la paella è un piatto ricercato, che prende il nome dalla grande padella (paella, appunto) con la quale viene preparata la pietanza. Secondo alcuni, la versione originale non prevede pesce, ma solo carne di pollo e coniglio. Resta il fatto che la paella rappresenta in pieno le varie anime della Spagna e le sue origine storiche: l’olio infatti fu portato dai Romani, mentre zafferano e riso dai mori.

Ingredienti per quattro persone:

500 gr di petto di pollo; 2 salsicce; 2 cucchiai di olio di oliva; 6 carote; 1 cipolla grande; 1 spicchio di aglio; 100 gr di piselli surgelati; 100 gr di mais in scatola; 100 gr di fagiolini; 1/2 peperone giallo; 2 bustine di zafferano; brodo vegetale; 350 gr di riso.

Preparazione:

Noi vi consigliamo la paella con il pollo, ma potete gustare anche la variante valenciana. Se invece non avete tempo di cucinare e volete andare sul sicuro, questa è la nostra super paella.

In Francia c’è il pollo alla moda del capo

I francesi sono chiamati galletti, ma anche con il pollo non se la cavano male. Ovviamente, a questo uniscono sempre il lato fashion che li contraddistingue: il poulet à la mode du cap unisce il pollo ben arrostito a una base marinata con marmellata di albicocche. Se siete dei buongustai, questo piatto fa al caso vostro.

Ecco la ricetta:

Ingredienti per quattro persone:

Otto sovracosce di pollo; 5 spicchi di aglio, cinque cucchiai di marmellata di albicocche; peperoncino rosso piccante secco, in fiocchi; semi di cumino e sale quanto basta.

Preparazione:

Versate in una terrina i cucchiaini di marmellata d’albicocche, 3 spicchi d’aglio spremuti, peperoncini in fiocchi e il cumino. Mescolate bene. Aggiungete le sovracosce al composto di marmellata e spezie. Trasferite il tutto, pollo e composto di marmellata, in un sacchetto per il gelo, e lasciate marinare per almeno 6 ore. Trascorso il tempo di marinatura, trasferite il pollo in una placca da forno foderata con carta forno e Inforna a 200°C per circa 30-40 minuti. Al termine della cottura, togliete il pollo dal forno e servitelo nappandolo con un po’ di fondo di cottura.

Kotlet Kurczaka: dalla Polonia con piacere.

L’ultima tappa (per ora!) del nostro viaggio in Europa è la Polonia: la patria della Kotlet z Kurczaka, una gustosa cotoletta marinata e fritta che a Varsavia e nelle altre città si mangia spesso. Il suo segreto? Il mix di spezie e sapori con la quale viene preparata: paprika, coriandolo e zensero: una miscela esplosiva in grado di sorprendere ogni palato.

Qui trovate gli ingredienti e le modalità di preparazione. Buon appetito!


 

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.