13 September 2013

Sport e alimentazione: come mangiare e quando

Settembre è il mese giusto per ricominciare a fare attività fisica. E se l’alimentazione è corretta, i risultati saranno eccezionali. Ecco perché.

Fileni
Sport e alimentazione: come mangiare e quando

Pensi che i buoni propositi siano una prerogativa di gennaio? Sbagliato! Complici vacanze, viaggi, passeggiate, nuotate e pedalate, è in questo periodo che ci promettiamo di iniziare uno sport, iscriverci a una palestra o muoverci di più. E facciamo bene, perché essere attivi è fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere, al pari di un’alimentazione corretta.

Quindi, se anche tu hai deciso di dedicare del tempo al movimento, ecco qualche utile consiglio nutrizionale che può fare al caso tuo.

Ci vuole equilibrio! Per raggiungere o mantenere un peso forma occorre solo una cosa: equilibrio tra calorie assunte (con l’alimentazione) e bruciate (tramite l’attività fisica).
Se le calorie assunte sono più di quelle bruciate rischi di ingrassare, se invece sono meno, rischi di dimagrire troppo. Per questo è importante che alimentazione e attività fisica vadano di pari passo. In questo modo non rischierai di non avere benefici (nel primo caso) o di allenarti troppo (nel secondo). In fondo, equilibrio è anche la parola chiave per prevenire gli eventuali attacchi di fame!

Come mangia uno sportivo. L’alimentazione sportiva non è solo una questione di cibi dietetici e salutari, ma riguarda più che altro le buone proporzioni.
Cinque pasti al giorno: è questo il numero ideale per donare al proprio corpo un’alimentazione equilibrata e avere le energie necessarie per camminare, correre e pedalare. Di questi cinque pasti, due devono essere sono semplici spuntini.

Scopri il benessere a tavola

Il benessere nasce a tavola. Per questo è importante seguire tutti i consigli per imparare a mangiare bene.

Leggi il post

Mi devo allenare: cosa mangio prima? In linea generale è bene allenarsi a distanza di due/tre ore dai pasti principali e a una da uno spuntino. Considerato che cibi troppo grassi, fritti e alcolici vanno sempre evitati prima di un allenamento, tre quattro ore prima puoi mangiare tranquillamente un pasto sostanzioso ma non pesante. Puoi preparare un’ottima insalata, cucinare il pollo oppure scegliere una pasta leggera, magari a base di pomodoro e basilico. Un’ora prima dell’allenamento puoi mangiare invece della frutta o bere un succo.

Cosa mangiare dopo l’allenamento. Terminato l’allenamento ti consigliamo di attendere un’ora prima di mangiare qualcosa. Passato questo tempo, puoi bere un succo di frutta o mangiare un frutto per ristabilire le scorte che hai consumato durante l’allenamento. Fondamentale, inutile dirlo, è invece bere da subito alcuni bicchieri d’acqua per ristabilire il livello di sali minerali.

Il digiuno: sì o no. Se il digiuno, in generale, è uno stress per l’organismo, nello sport può essere invece utile. Allenarsi a digiuno, soprattutto prima di colazione, è una delle pratiche più utili per perdere peso e bruciare calorie. Correre, camminare o pedalare a digiuno permette infatti di bruciare le riserve di grasso e migliorare il benessere psicofisico dell’intera giornata. Al contrario, se fai attività fisica dopo aver mangiato, le calorie bruciate saranno quelle del pasto precedente e non le riserve.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.