26 April 2005

Prodotti biologici: ecco cio’ che bisogna sapere

Riconoscere la qualità delle carni d’allevamento biologico

Fileni
Prodotti biologici: ecco cio’ che bisogna sapere

Molti consumatori si domandano cosa c’è in quello che mangiano. E molti acquistano prodotti d’allevamento biologico garantiti e genuini, perchè la qualità si riflette sul benessere quotidiano, in un armonico rapporto con se stessi e con la natura. Si sente parlare spesso di carni biologiche, ma in realtà in cosa differiscono da quelle “non biologiche”? E come ci si accorge se un prodotto è veramente “bio”?

Nell’allevamento avicunicolo si prediligono gli animali nati sul posto e spazi all’aperto. Gli animali escono liberamente e crescono con una densità (numero di capi per superficie di terreno) adeguata, con luce naturale. L’allevamento di questi animali è effettuato senza l’alimentazione forzata e senza l’impiego di stimolanti chimici per la crescita (ad esempio ormoni e vitamine sintetiche). Inoltre l’alimentazione è tutta vegetale e biologica, senza OGM o prodotti derivati. Per quanto riguarda i polli da agricoltura biologica, l’uso di alimenti di alta qualità e la possibilità di razzolare liberamente stimolano le difese immunitarie naturali: questi polli infatti vivono quasi il doppio rispetto a quelli tradizionali. Nel caso di malattie degli animali il trattamento comincia con prodotti naturali e omeopatici. La macellazione avviene in aree e con macchinari destinati soltanto agli allevamenti biologici, limitando quelle condizioni che ridurrebbero le caratteristiche qualitative e di conservabilità delle carni. Inoltre questa pratica garantisce una corretta e rigorosa rintracciabilità di filiera.

L’etichetta in questo caso diventa un elemento essenziale per sapere se quello che stiamo acquistando è davvero biologico. Per legge solo i prodotti certificati da agricoltura biologica possono essere etichettati e venduti come biologici. Tutti devono indicare, in etichetta, l’ente di certificazione e l’autorizzazione ministeriale. Questi elementi sono obbligatori, così come lo sono anche il contenuto netto del prodotto, il nome e la sede del produttore e la data di scadenza. Tutto il ciclo produttivo è certificato dal Consorzio per il controllo dei prodotti biologici di Bologna. Gli alimenti biologici hanno la dicitura “Prodotto da agricoltura biologica” oppure “Prodotto in allevamenti biologici” immediatamente sotto la denominazione di vendita.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.