22 January 2018

Pollo alla cacciatora: 4 ricette per 4 regioni italiane

Come si cucina il pollo alla cacciatora in Piemonte, Toscana, Emilia Romagna e Lazio? Scoprilo nel nostro articolo!

Fileni
Pollo alla cacciatora: 4 ricette per 4 regioni italiane

Il pollo alla cacciatora è un cult della cucina italiana, un’icona di eccellenza e qualità in grado di caratterizzare in maniera forte il nostro patrimonio gastronomico. Ma qual è la ricetta ufficiale del pollo alla cacciatora?  Non c’è una sola ricetta, ma tante gustose rivisitazioni nelle diverse regioni italiane.
Scopriamo insieme la ricetta del pollo alla cacciatora in Piemonte, Toscana, Emilia Romagna e Lazio.

Ricetta del pollo alla cacciatora in Piemonte
Partiamo dalla prima ricetta del pollo alla cacciatora. Siamo in Piemonte e questi sono gli ingredienti che stanno alla base della preparazione per 4 persone: 1 pollo, 250 g di pomodori maturi, 100 g di cipolla, 500 g di carota, 1 gambo di sedano, 1 bicchiere di vino bianco secco olio e sale e pepe.
Per la preparazione, la ricetta ufficiale del pollo alla cacciatora in Piemonte prevede i seguenti passaggi: soffriggere in una padella con un po’ d’olio le cipolle affettate, le carote e il sedano pure affettati e, quando sono coloriti, metterli da parte.
Tagliare a pezzi il pollo e metterli in padella con l’olio e, quando saranno coloriti, salarli, bagnarli con il vino bianco, lasciarlo evaporare e poi unire i pomodori pelati e tritati e le verdure tenute a parte.
Continuare la cottura a fuoco lento per circa quaranta minuti inumidendo con un po’ d’acqua se necessario. Aggiustare di sale, pepare.
Un consiglio appassionato: è ottimo se servito con la polenta calda.

Ricetta del pollo alla cacciatora in Toscana
In Toscana, invece, la ricetta propone un piccolo cambiamento: l’utilizzo di pomodori pelati al posto dei pomodori freschi come suggerisce la ricetta piemontese.
Questi gli ingredienti per 4 persone : 1 pollo, 2 cipolle grosse, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchiere di vino bianco, 400 g di pomodori pelati olio extravergine d’oliva e sale e pepe.
L’iter di preparazione proposto dalla ricetta toscana per preparare il pollo alla cacciatora prevede, come prima cosa, di rompere il pollo in più parti e rosolarlo su un fondo di aglio e cipolla.
Sfumare poi con il vino e aggiungere i pelati. Infine, salare e pepare proseguendo la cottura, a tegame coperto, fino alla cottura (circa quaranta minuti).

Ricetta pollo alla cacciatora in Emilia Romagna
Anche l’Emilia Romagna ha una sua ricetta ufficiale per la preparazione del pollo alla cacciatora.
Questi gli ingredienti per 4 persone: 1 pollo, 400 g di pomodori maturi o pelati, 1 cipolla, 2 carote, 2 gambi di sedano, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchiere di vino bianco secco, 6 cucchiai di olio d’oliva e sale e pepe.
Secondo la ricetta emiliana del pollo alla cacciatora questi i passaggi da seguire: pulire il pollo togliendo tutte le interiora, fiammeggiarlo, poi lavarlo e asciugarlo. Eliminare il collo e le zampe indi tagliarlo in dodici pezzi: due ali, due cosce, due sovracosce, due petti a sua volta divisi in due, infine la schiena tagliata a metà.
A fuoco vivo, e a pentola scoperta, nell’olio bollente rosolare tutti gli odori precedentemente tritati, unire i pezzi del pollo e farli colorire. Bagnare con il vino, farlo evaporare completamente, indi aggiungere i pomodori. Regolare di sale e di pepe, e continuare la cottura a fuoco basso e pentola coperta per circa tre quarti d’ora.

Ricetta pollo alla cacciatora in Lazio
Chiudiamo questo viaggio alla scoperta delle ricette per il pollo alla cacciatora nelle diverse regioni d’Italia approdando in Lazio.
Questi gli ingredienti per 4 persone richiesti dalla ricetta laziale: 1 pollo, 3 spicchi d’aglio, 1 acciuga salata, 1 rametto di rosmarino, 1 bicchiere di vino bianco, ½ bicchiere di aceto, peperoncino, olio extravergine d’oliva e sale.
Proponiamo, di seguito, un dettaglio delle azioni da fare per preparare un pollo alla cacciatore secondo la ricetta laziale.
Tagliare il pollo a pezzi non troppo grossi e metterlo in un tegame con uno spicchio d’aglio, un rametto di rosmarino e lasciare che evapori l’acqua in esso contenuta, unire l’olio e fare ben colorire. Nel frattempo mettere in un mortaio i due rimanenti spicchi d’aglio, un po’ di peperoncino, l’acciuga e un po’ di rosmarino, diluire con il vino e l’aceto e, dopo aver ben pestato, versare il composto sul pollo e lasciare evaporare con la cottura.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.