1 February 2013

Curare il mal di testa con l’alimentazione

Mal di testa: alimenti sì, alimenti no e rimedi.

Fileni
Curare il mal di testa con l’alimentazione

Sai che limone e zucchero possono aiutarti a ridurre la tipica nausea da mal di testa? E che il peperoncino è un antidolorifico naturale in caso di emicrania? Come nel caso del raffreddore o della pancia gonfia, se soffri spesso di mal di testa, un’alimentazione corretta può davvero fare la differenza. Ecco la dieta da seguire per prevenire questo disturbo e alcuni rimedi naturali per ridurre l’intensità degli attacchi.

Acqua, rimedio fondamentale: I vari tipi di mal di testa hanno cause differenti. Nonostante sia difficile individuare quelle esatte, è possibile prevenire gli attacchi seguendo alcune regole. Ad esempio, è fondamentale bere almeno due litri di acqua al giorno per tenere sempre equilibrato il livello di liquidi. Una scarsa idratazione può infatti influire negativamente sulla circolazione del sangue e aumentare il rischio di emicranie e cefalee.

Alimenti sì: Carne e verdure contengono magnesio, sostanza che è in grado di prevenire le cefalee. Anche l’insalata, il pane, il latte, il miele e il pesce possono aiutarti a evitare i mal di testa. Tra le spezie, molto consigliato è il peperoncino, considerato antidolorifico naturale. Questa spezia, grazie alla presenza della capsicina che influisce sulla circolazione del sangue, regolarizza la circolazione del sangue ed è in grado di ridurre la sensazione di dolore.

Alimenti no:

Tra le cause scatenanti del mal di testa c’è anche la scarsa metabolizzazione di alcuni alimenti che contengono sostanze come la fenieletamina e la tiramina. I principali sono gli agrumi, le bevande contenenti caffeina, il cacao e il cioccolato, noci e mandorle, i formaggi stagionati, i fichi, frutti di mare e i frutti con guscio.
Limitare o evitare il consumo di alcuni di questi cibi, magari facendo delle prove, può aiutarti a individuare la causa del tuo mal di testa e quindi evitare che si presenti.

Ricette contro il raffreddore

Scopri qual è l’alimentazione corretta che tiene lontano il raffreddore.

Leggi il post

Il potere della pesca La pesca a pasta bianca ha un’azione benefica nelle cefalee causate da sovraccarico al fegato, che si manifestano dopo pasti troppi abbondanti o in caso di abitudini di vita sregolate. I principi contenuti in questo frutto agiscono direttamente su fegato e reni attraverso un’azione drenante e diuretica e possono servire sia per prevenire sia curare il disturbo.

Limone e zucchero o acqua e zucchero. Se hai un attacco di mal di testa, molto efficace è una fetta di limone con lo zucchero, utile anche per combattere la nausea. Ti basta semplicemente lavare il limone, tagliarne una fatta, passarla nello zucchero da entrambi i lati e masticarla bene fino a sentire l’aroma degli oli essenziali e terpeni contenuti nella buccia.
Anche la semplice acqua con un cucchiaio di zucchero
sciolto, fornendo saccaridi all’organismo e al fegato in modo più fisiologico, può aiutarti a ritrovare il benessere.

Vuoi saperne di più? Prova a seguire le nostre regole alimentari per ritrovare il benessere a tavola.

Le informazioni contenuti negli ultimi due paragrafi provengono dal sito di Sara Farnetti, nutrizionista del Policlinico Gemelli di Roma ed esperta in alimentazione funzionale.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.