24 March 2013

Come cucinare la Crescia di pasqua marchigiana

La ricetta pasquale più gustosa è la Crescia di Pasqua (o pizza al formaggio) marchigiana. Scopri come prepararla.

Fileni
Come cucinare la Crescia di pasqua marchigiana

La Pasqua è ormai alle porte e, con le sue gustose ricette, si appresta a sbarcare sulle nostre tavole. Deliziosi conigli ripieni, polli in porchetta e spezzatini con fave sono solo alcuni dei piatti che aspettano di essere gustati durante le festività.

Ma la pietanza più amata e attesa, almeno qui nelle Marche, è la “pizza al formaggio” o “crescia di Pasqua“. Si tratta di una particolare pizza a forma di fungo che solitamente si mangia durante la colazione di pasqua o in occasione della gita fuori porta di Pasquetta, in compagnia di saporiti salumi, formaggi e uova sode.

Anche se, da Ascoli a Urbino, ogni famiglia marchigiana ha la sua ricetta tramandata di generazione in generazione, noi abbiamo deciso di proportene una, quella che si prepara nella Provincia di Pesaro Urbino.

Ingredienti. 500 g di farina (di cui 300 g farina 00 e 200 g manitoba), 4 uova, 1/2 bicchiere di latte tiepido, 1 pizzico di zucchero semolato, 75 g di olio di oliva, 5 g di sale marino, pepe (a piacere), 150 g di pecorino romano grattugiato, 130 g di parmigiano reggiano grattugiato, 100 g di emmenthal (facoltativo), 75 g di burro e 25 g di lievito di birra.

Ricette per Pasqua: pollo in potacchio e tajulini pelusi

Due ricette tipiche della tradizione marchigiana si incontrano per dar vita a un pranzo di Pasqua tutto da gustare.

Scopri la ricetta

Come si prepara. Prima di tutto devi sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido zuccherato.
In un recipiente capiente prepara una fontanella con la farina e aggiungi al centro le uova, il latte, il burro e l’olio. Inizia a impastare.
Aggiungi a mano a mano anche i formaggi grattugiati, l’emmenthal a cubetti di circa 1 cm, il sale e il pepe. Impasta altri 10 minuti finché non prende nervo ed elasticità

Lievitazione e cottura. Posiziona l’impasto in una ciotola capiente e lascialo lievitare per 2 ore e mezzo, fino a che non ha raddoppiato il volume.
Passato questo tempo,
impasta dolcemente per qualche minuto e metti l’impasto a lievitare nel recipiente alto in cui andrai a cuocerlo.
Infornare a 150° per i primi 30 minuti, poi a 180° per altri 20 minuti.

E poi? Lasciati conquistare dal sapore della crescia marchigiana. Buon Appetito!

Ricetta e immagine sono di Alice Berluti.


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.