18 March 2014

Come cucinare con il wok

Cucinare veloce e dietetico: con il wok puoi farlo. Scopri tutti i segreti di questa cottura.

Fileni
Come cucinare con il wok

Non una pizzeria, non un lussuoso ristorante di pesce e nemmeno un Fast Food. Uno dei locali più presenti nelle nostre città è senza dubbio il Wok Restaurant.
Se anche tu sei amante dell’etnico e, più in generale, di una cottura veloce e dietetica, seguici alla scoperta dello strumento di cottura più usato dai cuochi cinesi. Fidati, ti conquisterà.

Un wok, tante cotture. Il nome è facilissimo da ricordare e la sua forma semplice come un chicco di riso: è il wok, la versatile e concava padella somigliante a un’ampia ciotola. Dotata di una o due impugnature, è disponibile in numerosi materiali e in diverse dimensioni.
Tuttavia, non ti far ingannare dalla sua forma e dal suo nome! Pur essendo un accessorio semplice, ha molti pregi e permette infinite possibilità di cottura.
Grazie all’alta temperatura sprigionata dalla parte concava, il wok ti consente di ridurre notevolmente i tempi di cottura. La forma arrotondata, invece, richiede una minore aggiunta di grassi e, proprio per questo, è un valido aiuto per cucinare dietetico.

Al vapore: la parola chiave è leggerezza. Considerata una delle cotture più sane, questa tecnica è tipica della tradizione cinese e può servire per preparare verdura, carne, pesce e anche i gustosi ravioli. Cucinare al vapore con il wok è molto semplice: prima di tutto aggiungi dell’acqua sul fondo della pentola e, una volta portata a ebollizione, aggiungi i cestelli di bambù (solitamente in dotazione con il wok) con gli alimenti che vuoi cucinare. Poi? Richiudi il tutto con il coperchio e aspetta la fine della cottura.
E per rendere il piatto ancora più gustoso? Aggiungi agli alimenti delle spezie orientali come curry e zafferano.

Al salto: gusto in movimento. Se vuoi preparare un piatto unico orientale perfetto, come quello della nostra ricetta, questa è la tecnica adatta a te.
Gli elementi chiave di questa cottura? Un po’ di condimento (olio, strutto o burro), i tuoi alimenti preferiti tagliati in pezzi piccolissimi, una fiamma molto alta e pietanze “sempre in movimento”.
Non preoccuparti, non significa che devi trasformarti in acrobata professionista: per cucinare al salto ti basta avere l’apposita spatola dal manico lungo e non smettere mai di muovere gli ingredienti.

Friggere: la frittura è più sana. Come abbiamo detto, la cottura con il wok è molto veloce e richiede pochi condimenti. Proprio per questo, grazie a questa pentola, otterrai fritture più sane e leggere perché i tuoi cibi staranno a contatto con l’olio per molto meno tempo.
Puoi procedere in due modi diversi: friggere gli alimenti per poi completare la cottura al salto oppure friggere normalmente portando la temperatura a 160-180°. In ogni caso, sarà un gustoso successo!

Stufare: l’ideale per le verdure. Questa tecnica di cottura vale per verdure ricche di acqua (ad esempio le zucchine). Come si fa? Ungi leggermente il wok, versaci le verdure e copri con il coperchio. Le gocce di condensa che si formeranno ricadranno sulle verdure permettendo così una cottura sana e saporita.

Affumicare: per piatti più saporiti. Per affumicare devi solo adagiare sul fondo del wok della carbonella e accenderla, versarci sopra un po’ di segatura o trucioli di legno e posizionare sopra la griglia gli alimenti marinati. Poi copri il wok e lascia affumicare l’alimento per un tempo compreso tra i trenta minuti e l’ora.

Bocconcini di pollo con zafferano e verdure

Ora che hai scoperto tutti i segreti del Wok, mettili in pratica con questa ricetta!

Scopri di più

 


 

SE TI È PIACIUTO L’ARGOMENTO, LEGGI ANCHE

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.